Edizioni Barometro

Di seguito potrete trovare tutte le edizioni passate del Barometro Cybersecurity per non perdere alcun dettaglio

Il Baromentro Cybersecurity di NetConsulting cube fa un’analisi puntuale su policy, strategie, modelli e strumenti adottati dalle organizzazioni italiane per gestire le tematiche di sicurezza, alla luce degli scenari attuali. Le indicazioni per le aziende

 

Barometro Cybersecurity 2023Il Barometro Cybersecurity, giunge alla settima edizione.  Nato da un’idea di NetConsulting cubeEucacs (European Center for Advanced Cybersecurity) e InTheCyber, è realizzato con il contributo di Akamai, Cast, Cisco, Ntt Data e ServiceNow e con il patrocinio di Aipsa e Aisis.

Esplora e considera una vasta gamma di tematiche per offrire una panoramica dettagliata sullo stato di adozione delle principali misure, sia a livello di processi e organizzazione, sia per quanto riguarda le tecnologie di difesa e detection.

Al contempo, si propone di comprendere le priorità previste per il biennio 2023/2024, per quanto riguarda investimenti e misure organizzative. Come per le precedenti edizioni, il Barometro Cybersecurity 2023 definisce inoltre un maturity model di valutazione condotta in modo puntuale e in relazione all’intero panel, considerando sia le misure e i sistemi di protezione (tecnologie) adottati, sia i processi e la struttura organizzativa (governance).

Visita il sito e scopri il dettaglio dei risultati del Barometro Cybersecurity 2023

L’azienda NetConsulting Cube si dedica all’analisi del campo della sicurezza informatica attraverso uno strumento denominato “Barometro Cybersecurity”. Il suo scopo principale è quello di esaminare le strategie chiave implementate per garantire la sicurezza, concentrandosi sia sulle metodologie organizzative che sulle tecnologie utilizzate per la protezione e la rilevazione delle minacce, esplorando inoltre le priorità future e gli investimenti previsti per il periodo 2022/2023.

a cura di NetConsulting cube – 30.11.2022

Il “Barometro Cybersecurity” è un sondaggio che ha raggiunto la sua sesta edizione e che è stato originariamente concepito nel 2017 da NetConsulting Cube in collaborazione con Eucacs (European Center for Advanced Cybersecurity) e InTheCyber.

Questo sondaggio si concentra sull’ambito della cybersecurity nel 2022 e crea un modello di maturità all’interno del quale le aziende partecipanti vengono valutate in modo anonimo in base alle misure e alle tecnologie di protezione adottate, nonché ai loro processi e alla struttura organizzativa (governance). Copre una vasta gamma di aspetti, sia organizzativi che tecnologici. Di seguito sono elencate le principali tematiche trattate:

  1. Scenario della sicurezza informatica nel 2022: comprende l’analisi dei principali fattori di rischio, tentativi di attacco e le relative conseguenze, nonché gli impatti derivanti dai nuovi modelli di lavoro.
  2. Governance e ruolo della sicurezza informatica nelle aziende: include la presenza di piani di resilienza, l’importanza strategica della sicurezza informatica, l’organizzazione della governance e la gestione delle risorse dedicate alla cyber security.
  3. Sistemi di difesa e rilevamento: si riferisce alla presenza di Security Operations Center (SOC), la copertura e le lacune nei sistemi e nei settori critici, le attività di valutazione delle vulnerabilità e i test di penetrazione, la gestione degli attacchi informatici e delle vulnerabilità, l’uso di strumenti avanzati di analisi, l’intelligence sulla minaccia cibernetica e la protezione dei dati.
  4. Sfide e priorità: questo aspetto considera i settori in cui sono necessarie azioni sia a livello tecnologico che organizzativo, nonché le aree in cui si prevede di effettuare investimenti.
  5. Impatti della trasformazione digitale sulla sicurezza informatica: comprende aspetti come il cloud computing, la catena di approvvigionamento, la tecnologia OT (Operational Technology) e IoT (Internet of Things) e la tecnologia 5G.
  6. Spesa e investimenti: si concentra sull’incidenza e sull’andamento delle spese, le motivazioni che guidano gli investimenti e la collaborazione con l’Agenza Nazionale per la Cybersecurity e i fornitori.

Visita il sito e scopri il dettaglio dei risultati del Barometro Cybersecurity 2023

Il “Barometro Cybersecurity 2021” ha focalizzato la sua analisi sulla definizione dello scenario e delle priorità per l’anno in corso. Inoltre, ha evidenziato il continuo sviluppo della sicurezza informatica, con un particolare focus sulla governance e sull’adozione delle tecnologie.

a cura di NetConsulting cube – 16.12.2021

Il “Barometro Cybersecurity” ha raggiunto la sua quinta edizione nel 2021 e ha avuto inizio nel 2017 grazie all’iniziativa congiunta di NetConsulting Cube, Eucacs (European Center for Advanced Cybersecurity) e InTheCyber Group. Questo progetto ha come scopo principale fornire una visione completa delle politiche, delle strategie, dei modelli e degli strumenti relativi alla sicurezza informatica adottati da aziende ed enti italiani. Questa iniziativa riveste un’importanza particolare in un contesto in cui l’espansione e l’apertura dei perimetri aziendali comportano un aumento dei rischi cibernetici e di minacce sempre più sofisticate e mirate.

Nell’edizione del 2021, realizzata con il contributo di importanti aziende come Accenture, Cisco, Capgemini, Rsa, Tim, Google Cloud e Tinexta Cyber, il Barometro offre una panoramica sull’adozione delle principali misure relative ai processi organizzativi e alle tecnologie di difesa e rilevamento. Inoltre, analizza le priorità previste per gli investimenti e le misure organizzative nel biennio 2021/2022.

L’indagine si concentra anche sull’evoluzione del panorama delle minacce informatiche e sugli impatti generati dalle dinamiche legate all’emergenza Covid-19, alla crescente diffusione del lavoro da remoto e alle tecnologie alla base della trasformazione digitale, come il cloud, la catena di approvvigionamento, la tecnologia OT (Operational Technology), l’IoT (Internet of Things) e il 5G.

Come nelle edizioni precedenti, è stato sviluppato un modello di maturità settoriale attraverso il quale le aziende partecipanti sono state valutate in base alle loro pratiche relative alle tecnologie e ai processi di sicurezza informatica, al fine di determinare il loro grado di preparazione nelle questioni legate alla sicurezza. Il report completo dei risultati dell’indagine fornisce ulteriori dettagli su queste e altre tematiche.

Visita il sito e scopri il dettaglio dei risultati del Barometro Cybersecurity 2023

Il “Barometro Cybersecurity 2020”, si focalizza sull’evoluzione dello scenario e sulle priorità, ha condotto un’analisi degli effetti provocati dall’emergenza Covid-19 e dalla sempre maggiore adozione delle tecnologie essenziali per la trasformazione digitale. In questa edizione, è stata data particolare rilevanza alla comprensione di come questi fattori abbiano influenzato il panorama della sicurezza informatica

inno3 – 10.12.2020

Il “Barometro Cybersecurity” ha raggiunto la sua quarta edizione nel 2020 ed è stato concepito nel 2017 grazie alla collaborazione tra NetConsulting Cube, Eucacs (European Center for Advanced Cybersecurity) e InTheCyber. L’obiettivo primario di questo progetto è fornire una visione completa delle politiche, delle strategie, dei modelli e degli strumenti utilizzati per la cybersecurity dalle aziende ed enti italiani.

Questa iniziativa assume particolare rilevanza in un contesto in cui l’espansione e l’apertura dei perimetri aziendali hanno portato a un aumento dei rischi cibernetici e di minacce sempre più sofisticate e mirate.

Nell’edizione attuale del Barometro, sviluppata con il contributo di importanti aziende come Cisco, Rsa, SonicWall, Tim e Google Cloud, si mette l’accento sull’evoluzione del panorama delle minacce cibernetiche e sulle priorità relative agli investimenti e alle misure organizzative. In particolare, l’indagine esamina gli impatti derivanti dalle emergenze causate dalla pandemia Covid-19 e dalla crescente adozione di tecnologie fondamentali per la trasformazione digitale, come il cloud, le piattaforme di supply chain, gli ambienti OT (Operational Technology) e IoT (Internet of Things) e la tecnologia 5G.

Come nelle edizioni precedenti, è stato sviluppato un modello di maturità in cui ogni azienda partecipante è stata valutata in base alle sue pratiche relative alle tecnologie e ai processi di cybersecurity, allo scopo di determinare il grado di preparazione del campione in materia di sicurezza. Per ulteriori dettagli su queste e altre tematiche, è possibile consultare il Report di presentazione dei risultati dell’indagine.

Visita il sito e scopri il dettaglio dei risultati del Barometro Cybersecurity 2023

Il “Barometro Cybersecurity” è stato concepito con l’intento di fornire una visione completa delle politiche, strategie, modelli e strumenti relativi alla cybersecurity che vengono adottati dalle aziende italiane. Questa iniziativa ha lo scopo di offrire un quadro dettagliato delle pratiche di sicurezza informatica in uso nel contesto aziendale in Italia.

inno3 – 17.12.2019

Il “Barometro Cybersecurity” è stato ideato nel 2017 da NetConsulting Cube, Eucacs (European Center for Advanced Cybersecurity) e InTheCyber con l’obiettivo principale di fornire una visione completa delle politiche, delle strategie, dei modelli e degli strumenti relativi alla sicurezza informatica adottati dalle aziende italiane. Questa iniziativa è stata avviata in risposta all’ampliamento dei perimetri aziendali, che espone le aziende a rischi crescenti associati a minacce sempre più sofisticate e mirate.

Nella terza edizione del Barometro, che ha ricevuto il contributo di Rsa, l’analisi è stata condotta attraverso un questionario sviluppato con il supporto e la validazione di un Advisory Board. Quest’ultimo ha coinvolto i Chief Security Officer e un responsabile Audit di cinque grandi aziende italiane, oltre al team di Eucacs, NetConsulting Cube e InTheCyber.

I risultati ottenuti sono stati utilizzati per collocare le aziende esaminate all’interno di un Maturity Model, consentendo così una comparazione del loro grado di maturità nel campo della cybersecurity. Questo approccio consente di valutare e confrontare le pratiche di sicurezza adottate da ciascuna azienda del panel.

Visita il sito e scopri il dettaglio dei risultati del Barometro Cybersecurity 2023

La ricerca, condotta da NetConsulting Cube ed EUCACS in collaborazione con InTheCyber e con il contributo di CA Technologies e Oracle, ha l’obiettivo di esaminare le politiche di sicurezza implementate da aziende ed enti. Inoltre, il suo intento è quello di sviluppare un modello di maturità in campo di cybersecurity che possa fungere da punto di riferimento per future considerazioni e valutazioni sulla sicurezza informatica.

inno3 – 08.11.2018

Questa ricerca affronta una serie di tematiche chiave, tra cui:

  1. Tipologie di attacchi cibernetici: vengono esaminate le forme più comuni di attacchi informatici, insieme ai metodi utilizzati per perpetrarli, al fine di fornire una comprensione dettagliata delle minacce predominanti.
  2. Modelli organizzativi per la sicurezza informatica: si analizzano i vari approcci organizzativi adottati per la gestione della sicurezza informatica e il ruolo delle competenze necessarie per affrontare efficacemente queste sfide.
  3. Protezione di sistemi critici: viene valutata la capacità delle aziende di proteggere i loro asset più cruciali, concentrandosi sulla copertura di sistemi e ambienti critici.
  4. Partecipazione ai programmi di condivisione delle informazioni: si esamina quanto le aziende collaborino e scambino dati relativi agli attacchi informatici attraverso programmi di condivisione delle informazioni.
  5. Maturità settoriale in sicurezza informatica: si valuta il grado di maturità dei vari settori industriali nell’affrontare le sfide legate alla sicurezza informatica, allo scopo di comprendere le differenze esistenti tra di essi.

Inoltre, oltre a presentare i principali risultati della ricerca, la pubblicazione include il punto di vista di un Chief Security Officer di rilievo (Alessandro Manfredini di a2a) e le visioni dei partner dell’attività su argomenti specifici di interesse, come la “Security by Design” di CA Technologies e la relazione tra Cloud e Sicurezza di Oracle. Questi contributi aggiuntivi offrono una prospettiva approfondita su diverse aree di interesse legate alla sicurezza informatica.

Visita il sito e scopri il dettaglio dei risultati del Barometro Cybersecurity 2023

Considerando il mutevole contesto geopolitico e l’accelerata avanzata digitale, imprese e organizzazioni stanno ponendo una notevole enfasi sulla pianificazione strategica e sulla struttura organizzativa della sicurezza, oltre a concentrarsi sull’adozione di soluzioni per il riconoscimento e la protezione.

In questa ottica, nel 2017 è stato istituito il Barometro Cybersecurity con l’obiettivo di monitorare e presentare un quadro completo della situazione attuale delle imprese italiane in merito alle loro politiche, strategie, modelli e strumenti relativi alla protezione informatica. Questa iniziativa, ideata da NetConsulting cube, Eucacs (European Center for Advanced Cybersecurity) e InTheCyber, punta a sviluppare un Modello di Maturità della Sicurezza Informatica nel quale verranno posizionate le aziende partecipanti per la raccolta di dati.

I temi principali di questo rapporto sono stati individuati in collaborazione con un Advisory Board composto da Chief Security Officer (CSO) e Chief Information Security Officer (CISO) provenienti da importanti aziende di vari settori. Ad oggi, la ricerca coinvolge 72 aziende italiane, così come enti pubblici a livello locale e strutture sanitarie pubbliche e private riconosciute, con la partecipazione di Chief Security Officer (CSO), Chief Information Security Officer (CISO), Chief Information Officer (CIO) e Responsabili IT.

Il Barometro Cybersecurity 2017 risulta essere uno strumento rilevante per la comprensione del panorama nazionale della sicurezza informatica. Il recente Osservatorio ha condotto alla formulazione del Modello di Maturità della Cybersecurity 4.0. Questo modello rappresenta le attuali condizioni delle aziende coinvolte, sia sotto il profilo della loro gestione strategica che delle infrastrutture tecnologiche a disposizione.